L’Anello di Borgo Ticino costituisce una variante all’anello del Siccomario e tocca l’omonimo quartiere di Pavia, sulla sponda destra del fiume. Il percorso parte dal Ponte Coperto di Pavia; da qui il percorso costeggia il Ticino per un lungo tratto affacciandosi al Canale Gravellone, antico colatore di acque che si immette nel Ticino poco più a valle. La zona, storicamente dedita all’agricoltura, è punteggiata da numerosi manufatti agricoli, tra cui spiccano vecchi insediamenti rurali. L’itinerario tocca, infatti, le cascine Orologio, Trezzi, Carnevale, Carparola, Acqua Negra, Ca’ della Battella e Cascina Leona. Il contesto ambientale nel quale sono inseriti i cascinali è quello delle zone di golena, tipiche dei territori che si trovano alla confluenza tra Po e Ticino: ai campi agricoli ed ai rari boschi, si alternano siepi e rive arbustive, intervallati da geometriche colture di pioppo ibrido. Un ambiente particolarmente interessante per l’osservazione degli uccelli è quello che circonda la Cascina del Boscone, sul lato sud-orientale del percorso. Qui si possono ammirare alcuni alberi di notevole dimensione, oltre a zone di vegetazione riparia che costituiscono importanti corridoi faunistici per collegare le zone agricole con il Canale Gravellone e il Ticino.

Clicca qui per la mappa interattiva del percorso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *