Uscendo da Pavia e percorrendo la Greenway verso sud, s’incontra il percorso denominato “Anello di Vaccarizza”. La parte iniziale del sentiero si mantiene sul bordo del terrazzo fluviale che caratterizza la sponda sinistra dell’ultimo tratto del Ticino, poco a monte della sua confluenza con il Po. Proprio da questo punto si diparte il Ponte della Becca che si estende sui due fiumi.
A qualche chilometro dal ponte c’è la frazione di Vaccarizza, all’interno del comune di Linarolo: poco lontano da essa è ubicata una delle più importanti aree naturali di proprietà del Parco, la Riserva Naturale dei Boschi di Vaccarizza. Lasciando i Boschi di Vaccarizza, l’itinerario prosegue a ridosso dell’Argine Maestro del Po offrendoci scorci di paesaggio agreste, dove, alle coltivazioni di cereali si alternano le squadrature degli impianti di pioppo ibrido.
Prima di raggiungere il centro di Linarolo, l’anello ricalca per un breve tratto l’antica Via Romea (o Via Francigena), itinerario che in epoca medioevale conduceva i pellegrini a Roma dal Nord Europa.
Il sentiero attraversa quindi un’estesa area agricola dove, soprattutto lungo le rogge, è
facile incontrare aironi cenerini, aironi bianchi e garzette.
Numerosi cascinali dalla tipica struttura ‘lombarda’ ci accompagnano lungo l’anello sino al paese di Valle Salimbene e poi alla frazione di San Leonardo, prima di tornare
nuovamente sulle sponde del fiume Ticino.

Clicca qui per la mappa interattiva!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *